Le Scadenze fiscali di Dicembre 2017

Grande appuntamento di fine anno per il riepilogo delle scadenze fiscali di Dicembre 2017.

Rottamazione Cartelle – 7 dicembre

Per effetto della proroga approvata con il Collegato Fiscale, scade giorno 7 la possibilità, per chi non fosse riuscito a saldare o a versare in modo completo le rate di luglio, ottobre e novembre, di rientrare nella definizione agevolata versando gli importi non pagati.

Adempimenti contabili – 15 dicembre

Puntuali come ogni mese sono gli adempimenti contabili che consistono nell’obbligo di emettere e registrare le fatture differite relative ad operazioni effettuate nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è avvenuta l’operazione.
Per i Soggetti esercenti il commercio al minuto e per i soggetti che operano nella grande distribuzione, l’obbligo consiste nella registrazione, anche cumulativa, delle operazioni del mese solare precedente per le quali è stato rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale.

IMU e TASI – 16 dicembre

Tutti i proprietari e i titolari di altro diritto reale come per esempio l’usufrutto su immobili diversi dalla abitazione principale, sono chiamati al versamento della seconda rata di IMU e TASI.

Versamenti, ritenute e contributi – 18 dicembre

Da segnare sul calendario anche gli adempimenti periodici IRPEF, INPS e IVA per i contribuenti titolari di partita IVA e per coloro che svolgono il ruolo di sostituti d’imposta. Entro il 16 di ogni mese si devono infatti versare all’INPS i contributi dei lavoratori dipendenti, dei collaboratori e le ritenute su altre fonti di reddito all’Agenzia delle Entrate.

Modello Intrastat – 27 dicembre

Slitta al 27 Dicembre la trasmissione del Modello Intrastat fissata giorno 25 di ogni mese per gli operatori intracomunitari con obbligo mensile. Ricordiamo infatti qui brevemente che le scadenze fissate per il modello Intrastat possono essere anche trimestrali solo se il totale degli scambi non supera il limite di 50 mila euro all’interno del trimestre. Nel modello vanno indicati gli elenchi riepilogativi delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti appartenenti all’Unione Europea.

Leggi anche:  PSR Abruzzo sottomisura 4.1.1: sostegno all'agricoltura

Versamento acconto IVA – 27 dicembre

Entro il prossimo 27 dicembre, i contribuenti interessati dovranno versare l’acconto IVA calcolato sulla base dell’ultima liquidazione mensile o trimestrale utilizzando uno dei seguenti metodi: storico, previsionale e analitico. L’anno di riferimento sarà ovviamente il 2017, mentre il codice tributo da indicare nel modello F24 sarà diverso a seconda della periodicità della liquidazione.

Auspicando un 2018 con meno scadenze fiscali, vi auguriamo un Buon fine anno!

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook