Istituita la Sezione speciale del Fondo di Garanzia Cinema

Potranno beneficiare della garanzia le piccole e medie imprese impegnate nell’attività di produzione audiovisiva e cinematografica. La dotazione iniziale è di 5 milioni.

Con decreto del 23 marzo 2018 del Ministero dello Sviluppo Economico è stata istituita la Sezione speciale Cinema del Fondo di Garanzia per le PMI, con l’obiettivo di agevolare la realizzazione di prodotti audiovisivi e cinematografici.

Inizialmente la dotazione finanziaria è pari a 5 milioni di euro in relazione all’anno 2017, ma potrà essere incrementata, annualmente, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (MIBACT) ed avrà una contabilità separata rispetto al Fondo di Garanzia.

Chi potrà beneficiare delle agevolazioni Sezione speciale del Fondo di Garanzia cinema

Come accennato potranno beneficiarie di queste agevolazioni le piccole e medie imprese impegnate nel campo della produzione audiovisiva e cinematografica. In particolare le imprese che potranno presentare la domanda sono quelle che svolgono in via principale attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi (codice 59.11.0) e attività di post-produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi (codice 59.12.0).

In cosa consistono le agevolazioni della Sezione speciale Fondo di Garanzia cinema?

Le misure previste consistono in una garanzia per le operazioni finanziarie effettuate per la realizzazione dei progetti. È la Sezione speciale che rilascia gratuitamente queste garanzie, sia in forma diretta che come controgaranzia.

L’importo massimo che può essere garantito per ogni impresa beneficiaria è pari a 2,5 milioni di euro.

In caso di garanzia diretta la garanzia può coprire fino all’80% del finanziamento ricevuto dal soggetto finanziatore, mentre in caso di controgaranzia il meccanismo è un po’ più articolato.

Infatti, in tale ipotesi, può essere concessa una controgaranzia fino all’80% della garanzia già rilasciata sull’investimento, purché quest’ultima non sia superiore, a sua volta, all’80% dell’importo dell’operazione finanziaria.

Spese ammissibili del Fondo di Garanzia cinema

Possono essere ammesse all’agevolazione le operazioni di finanziamento di investimenti materiali e immateriali, anche già avviati prima della presentazione della richiesta di garanzia, sia le operazioni legate alle esigenze di “capitale circolante” relative al progetto di realizzazione del prodotto audiovisivo e cinematografico.

Non potranno essere agevolate le operazioni riguardanti il consolidamento di passività finanziarie a breve termine.

Sezione speciale Fondo di Garanzia cinema: quando saranno operative le agevolazioni?

La misura prevista dal decreto di marzo non è ancora operativa, in quanto prima dovranno essere versate le risorse che costituiranno la dotazione finanziaria da 5 milioni di euro. Una volta effettuata questa operazione, verrà successivamente inviata una circolare da parte del Gestore del Fondo, ossia MedioCredito Centrale, che verrà pubblicata sul sito Internet Fondidigaranzia.it.

Sarà quindi necessario attendere ancora un po’ prima che vengano definite le procedure e termini per presentare la domanda per poter beneficiare di queste garanzie e per conoscere i criteri di selezione.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy