Bando Apulia Film: fondo perduto per realizzare un film, un documentario o un reality in Puglia

Con il Bando dell’Apulia Film Commission, la Regione Puglia investe a fondo perduto nelle produzioni cinematografiche, documentari, short e reality realizzate sul territorio regionale.

La crisi economica ha coinvolto molti settori, non ultimo quello cinematografico e dell’audiovisivo; sono ormai lontani i tempi degli ingenti investimenti e delle grandi produzioni italiane: i tempi della “Dolce vita” sembrano essere ormai un ricordo sbiadito di fronte alle difficoltà che il cinema si trova a vivere oggi.

Nonostante il trend generale, alcune Regioni hanno continuato a investire nel settore con l’obiettivo di puntare allo sviluppo del proprio territorio attraverso la cultura. Una di queste è la Regione Puglia che nel 2007 ha dato vita alla Fondazione Apulia Film Commission con l’obiettivo di attrarre sul proprio territorio le produzioni dell’audiovisivo: tantissime le produzioni che hanno scelto la Puglia come location per i propri progetti e molti i fondi che da allora la Regione Puglia ha stanziato. Abbiamo già parlato di queste opportunità in “Apulia Film Commission: contributi a fondo perduto” e  “Puglia finanziamenti per imprese dell’audiovisivo“; anche quest’anno l’Apulia Film Commission prosegue con i finanziamenti, vediamo insieme a chi è rivolto il bando e come ottenere il finanziamento.

A chi è rivolto il bando dell’Apulia Film Commission?

Il bando è rivolto alle imprese che svolgono attività quali produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, con codice primario ATECO 59.11. Tali imprese possono essere produttori unici o coproduttori dell’opera audiovisiva presentata o, in alternativa, devono avere contratto di produzione esecutiva con la società produttrice dell’opera.

Le imprese che partecipano al bando devono rispettare determinati requisiti, tra cui:

  • essere iscritte al Registro delle Imprese;
  • essere produttori indipendenti;
  • essere produttori unici o coproduttori dell’opera audiovisiva;
  • operare prevalentemente nell’industria cinematografica;
  • non rientrare tra le imprese in difficoltà;
  • non avere in corso procedure di fallimento o liquidazione;
  • non essere stati beneficiari di contributi Film Fund alla produzione della Fondazione Apulia Film Commission o della Regione Puglia per la medesima opera audiovisiva per cui si richiede l’agevolazione
Leggi anche:  Nuova legge sul cinema e audiovisivo: ecco la riforma

In che cosa consiste il bando dell’Apulia Film Commission?

La Regione Puglia ha stanziato 5 milioni di euro che potranno essere incrementati se risultassero disponibilità aggiuntive. I contributi sono erogati a fondo perduto a copertura delle spese di produzione sostenute nel territorio regionale.

I progetti ammessi a partecipare al bando, sono suddivisi in:

  • Categoria FICTION: lungometraggio di finzione o animazione a principale sfruttamento cinematografico, film tv di finzione o animazione, serie tv/web di finzione o animazione con una lavorazione minima di 6 giorni lavorativi;
  • Categoria DOC: documentario a principale sfruttamento cinematografico; documentario tv, serie di documentari tv/web con una lavorazione minima di 6 giorni lavorativi;
  • Categoria SHORT: cortometraggio di fiction o animazione; cortometraggio musicale (videoclip o music-video) tv/web con lavorazione minima di 2 giorni lavorativi;
  • Categoria FORMAT: reality, talent show, factual entertainment, fictionality/costructed reality, action game, adventure game con lavorazione minima prevista di 6 giorni lavorativi.

La copertura finanziaria prevista dal bando è allo stesso modo suddivisa per categorie: 60% per le fiction e i format, 40% per i documentari, 20% per gli short.

L’importo concesso per ogni impresa che partecipa al bando è calcolato:

  • 50% delle spese ammissibili per i professionisti iscritti nel database Production Guide della Fondazione Apulia Film Commission;
  • 40% delle spese ammissibili in favore dei fornitori residenti fiscalmente in Puglia per la categoria DOC;
  • 70% delle spese ammissibili in favore dei fornitori residenti fiscalmente in Puglia per la categoria SHORT;
  • 25% delle spese ammissibili in favore dei fornitori residenti fiscalmente in Puglia per la categoria FORMAT;
  • per i progetti della categoria fiction il contributo è calcolato su specifici scaglioni di spesa.

Sono spese ammissibili quelle sostenute per la copia campione dell’opera audiovisiva, per le fasi di sviluppo, preparazione, lavorazione e post-produzione dell’opera audiovisiva nel territorio regionale, per lavoratori iscritti nel database Production Guide della Fondazione Apulia Film Commission e fornitori residenti fiscalmente in Puglia.

Leggi anche:  Incentivi alle imprese della Regione Sicilia in fase di avviamento

Il massimo contributo concesso è di:

  • 350 mila euro per le FICTION;
  • 60 mila euro per i DOC;
  • 25 mila euro per gli SHORT;
  • 100 mila euro per i FORMAT.

Come si presenta la domanda per accedere al bando dell’Apulia Film Commission?

La domanda per partecipare al bando della Regione Puglia, deve essere inviata esclusivamente tramite PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo apuliafilmfund@pec.rupar.puglia.it, completa di application form, piano finanziario e tutti i documenti attestanti la copertura finanziaria e i contratti in essere.

Quella di cui vi abbiamo parlato è un’ottima opportunità per tutti coloro che hanno bisogno di fondi per realizzare un progetto cinematografico o televisivo; nel bando si sottolinea, però, che le domande di agevolazione devono essere redatte secondo le modalità e gli schemi indicati: allora, se non volete perdere l’occasione di concretizzare le vostre idee, il consiglio è di farsi aiutare da un professionista del settore.

Scarica il pdf del Bando Apulia Film Commission

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook